Le acque floreali: un « must have » della cosmesi naturale?

Publié le : 12/04/2018 17:07:22
Catégories : Consigli di bellezza

 Che cos’è un’acqua floreale ? 

Le acque floreali, anche chiamate idrolati, sono ottenute grazie alla distillazione di vari fiori. Sono spesso paragonate a degli oli essenziali, perché sono due prodotti estremamente legati, ottenuti tutti due grazie alle stesse tecniche di estrazione.  Invece, l’azione delle acque floreali è più dolce, meno aggressiva, perché queste sono in gran’ parte costituite di acqua. Quindi, le acque floreli convengono a tutti i tipi di pelle, anche le più sensibili, in particolare quelle dei bambini e delle donne incinte o allattanti.

Le acque floreali sono riconosciute per le loro virtù purificanti, chiarificanti, astringenti, e rigenerative.

Infine, scegliete di preferenza un’acqua floreale bio, eviterete quindi un’esposizione della votra pelle ai pesticidi.


 Come si conserva un’acqua floreale 

Bisogna stare attenti alla conservazione di questo prodotto, perch l’acqua floreale è moto sensibile allo sviluppo di batterie : devono essere conservate al riparo dalla luce e dal calore. Potete anche conservarla al frigorifero per un effetto « colpo fresco » la mattina.


 Come utilizzare un’acqua floreale ? 

L’utilizzazione principale di un acqua floreale è un’utilizzazione cosmetica. Si usano sul vso, mattina e sera, o dopo lo strucco, per pulire e reequilibrare il Ph della pelle. Potete applicarne sia vaporizzando con uno spray, sia da garza con un cottone imbevuto.


Proprieta acqua floreale bio


 Quali sono le proprietà delle acque floreali ? 


A secondo del fiore usato per fabbricarla, le proprietà dell’acqua floreale possono variare. Ecco qualche esempio :


L’acqua floreale di Rosa è riconosciuta per le sue proprietà astringenti. Permette di tonificare, raffermare ed idratare la pelle.  E’ raccommandata in particolare per sfumare gli arrossamenti al momenti di emozioni forti (come la rabbia, la paura, la tristezza, lo stress…)


L’acqua floreale di Lavanda  ha per lei virtù purificanti e calmanti. E’ raccommandata ad esempio per la sua azione balsamica dopo la rasatura o l’esfoliazione della pelle. L’acqua floreale di lavanda serve anche a pulire le pelle grassi, con acne, ossia irritate. Funge da barriera anti-infezione e può quindi pulire le piccole piaghe o cicatrice.


L’acqua floreale di Fiordaliso ha particolarmente un’azione decongestionnante. Permette tra l’altro a rinsaldare i pori, sollevare gli occhi gonfi o stanchi.


 Quali sono le altre utilizzazioni possibili delle acque floreali ? 

Inoltre a questa utilizzazione esclusivamente cosmetica, in quanto cura per viso, le acque floreali possono essere usate in vari modi, a secondo dei vostri bisogni :


Grazie al loro profumo discreto e naturale, l’acqua floreale può essere usata in spray deodorante. Questa utilizzazione  conviene invece solo alle personne che presentano una traspirazione debole.


Poi, per le sue virtù decongestionnanti e calmanti, l’acqua floreale può anche essere usata in spray per lottare contro la gambe pesanti. Se siete troppo spesso seduti al vostro ufficio, o se avete problemi di circolazione sanguigna, l’acqua floreale vi darà una sensazione di freschezza, favorirà la circolazione del sangue e toglierà quindi la sensazione di gambe pesanti in fine giorno. Da applicare mattina e sera frizionando.


Infine, e solo sotto avviso del medico, potete utilizzare l’acqua floreale per via interna, in particolare per depurare il fegato. Per questo, 1 cucchiaio per giorno, sia puro (per i più coraggiosi) ossia diluto in uno piccolo bicchiere di acqua. Effetto garantito !

Partager ce contenu